item-thumbnail

Il Documento di valutazione dei rischi: requisiti essenziali

di Natalia Carpanzano

In ogni ambiente di lavoro con più di 10 dipendenti, e quindi anche in un Istituto Scolastico, è obbligatoria la stesura del Documento di Valutazione dei rischi.

Ma come è opportuno impostarlo per creare uno strumento dinamico ed utile, e non soltanto una pila di carte atte ad assolvere un adempimento burocratico?

Di seguito si elencano una serie di requisiti formali e metodologici cui il Documento della scuola dovrebbe rispondere.

Gli elementi essenziali da mettere in rilievo sono innanzitutto una serie di informazioni proprie dell’Istituto, atte a caratterizzarlo:

  • denominazione Istituto
  • nominativo dirigente scolastico
  • sede centrale e sedi periferiche: ubicazione e caratteristiche
  • numero dipendenti (suddiviso per mansioni e per sede di appartenenza):
  1. collaboratori scolastici
  2. amministrativi e assistenti tecnici
  3. docenti
  4. allievi assimilati a lavoratori (nel caso di uso di attrezzature e frequenza di laboratori)
  • numero totale di allievi
  • personale non dipendente presente negli edifici (come gli addetti ai servizi di pulizie esterni o ai servizi di assistenza e manutenzione)
  • orari di svolgimento dell’attivita’ didattica (anche di eventuali corsi serali)
  • eventuale cessione dei locali a ente/società esterni, descrivendo la tipologia di locali e le fasce orarie di riferimento

Una volta descritto l’Istituto si passa alla definizione dell’organigramma della sicurezza, con la specifica di tutti i soggetti coinvolti ed in particolare:

  • Dirigente Scolastico, in qualita’ di Datore di lavoro
  • Preposti
  • Responsabile e Addetti SPP
  • RLS
  • Medico competente
  • Addetti al primo soccorso e all’antincendio

Si passa poi alla vera e propria valutazione del rischio, con le seguenti informazioni di base da elencare:

  • periodo di effettuazione
  • figure scolastiche coinvolte
  • modalità di individuazione dei fattori di rischio (planimetrie, sopralluogo, analisi del registro infortuni, ecc.)
  • criteri di valutazione dei rischi e individuazione dei provvedimenti per contenerli
  • programmazione degli interventi
  • procedure e competenze per l’attuazione delle misure
  • criteri periodicità aggiornamento del documento

Il Documento deve essere datato e firmato dal Dirigente Scolastico, RSPP, RLS, e Medico Competente ove nominato.

Frequentemente nelle scuole si presenta la necessità di aggiornare il DVR in relazione alle modifiche strutturali e organizzative subentrate negli anni ,anche rispetto alla fisiologica turnazione del personale in servizio.

Condividi: