Graduatorie Permanenti ATA: la valutazione dei progetti regionali ai fini d’inserimento in I fascia, la sentenza

di Giovanni Calandrino

Ecco la sentenza del Giudice del Lavoro di Pavia che dichiara valutabile a tutti gli effetti il servizio svolto con progetti regionali ai fini dell’inserimento nelle graduatorie permanenti provinciali del personale ATA.

Ecco la sentenza del Giudice del Lavoro di Pavia che dichiara valutabile a tutti gli effetti il servizio svolto con progetti regionali ai fini dell’inserimento nelle graduatorie permanenti provinciali del personale ATA.

Dopo la sentenza depositata l’8 ottobre presso il tribunale di Pavia, alcuni Uffici Scolastici Provinciali che non hanno considerato utile al raggiungimento dei 24 mesi il servizio prestato con progetti ragionali ai fini dell’inserimento nelle graduatorie permanenti ATA, dovranno ricredersi.

La sentenza arriva dal Giudice del lavoro di Pavia, che ha rilevato la valutabilità di questa tipologia di servizio anche per gli aspiranti che al momento della presentazione della domanda non erano inseriti negli elenchi prioritari: nello specifico, un’assistente amministrativa che aspirava all’accesso alla graduatoria provinciale permanente per il profilo di assistente amministrativo, si era vista negare l’inserimento in graduatoria per la mancata valutazione, al fine del raggiungimento del requisito minimo di 24 mesi di servizio, dell’attività svolta nel medesimo profilo professionale nell’ambito dei progetti regionali, previsti dal D.L. 134/2009 conv. in L. 167/2009.

L’ufficio scolastico aveva dichiarato non valutabile al fine del raggiungimento dei requisiti minimi di servizio necessario all’accesso della graduatoria permanente provinciale Ata, in considerazione del fatto che l’aspirante non fosse iscritto negli elenchi prioritari ma fosse stato reclutato per attività progettuali dalle Graduatorie di istituto.

Ma grazie al ricorso presentato al Giudice del lavoro, il Tribunale di Pavia ha evidenziato l’illegittimità della condotta dell’amministrazione per contrasto con le disposizioni di cui al D.L. 134/2009 conv. in L. 167/2009 e con i relativi decreti ministeriali attuativi (D.M. 100/2009, D.M. 68/2010 e D.M. 92/2011) nonché con lo stesso bando della procedura. Riconoscendo a tutti gli effetti il servizio prestato nell’ambito dei progetti regionali, a prescindere se l’aspirante all’epoca fosse o meno inserito negli elenchi prioritari, in riferimento all’art.1 del D.L. 134/09 conv. in L.167/09 … Al personale di cui ai commi 2 e 3 è riconosciuta la valutazione dell’intero anno di servizio ai soli fini dell’attribuzione del punteggio nelle graduatorie ad esaurimento previste dall’articolo 1 …

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi:

Argomenti: