Graduatorie III fascia ATA: ammessi fino a 66 anni e 3 mesi

di Giovanni Calandrino

In questa scheda riepiloghiamo i Requisiti Generali di Ammissione alle Graduatorie di circolo e di istituto di III fascia ATA, come ausilio per le segreterie scolastiche alle prese con la valutazione delle domande presentate entro l'8 ottobre 2014.

In questa scheda riepiloghiamo i Requisiti Generali di Ammissione alle Graduatorie di circolo e di istituto di III fascia ATA, come ausilio per le segreterie scolastiche alle prese con la valutazione delle domande presentate entro l'8 ottobre 2014.

Gli aspiranti, oltre che dei requisiti specifici di accesso (vedi Graduatorie terza fascia ATA: titoli di accesso per ogni profilo ), devono essere in possesso, alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, dei seguenti requisiti generali di accesso al pubblico impiego:

a. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica), ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione Europea (vedi Terza fascia ATA. Nota Miur apre le graduatorie ad extracomunitari );
b. età non inferiore ad anni 18 e non superiore ad anni 66 e mesi 3 (età prevista per il collocamento a riposo d'ufficio);
c. godimento dei diritti politici, tenuto anche conto di quanto disposto dalla legge n. 16 del 1992;
d. per i cittadini italiani soggetti all'obbligo di leva, posizione regolare nei confronti di tale obbligo ai sensi dell' art. 2, comma 4, del d.P.R. n. 693 del 1996.

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 146mila

Ai sensi dell'art. 3 del d.P.C.M. n. 174 del 1994, i cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea devono possedere, inoltre, i seguenti requisiti:

a. godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
b. essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
c. avere adeguata conoscenza della lingua italiana, accertata al momento dell'equipollenza del titolo di studio.

Non possono partecipare alla procedura in esame:
a. coloro che siano esclusi dall' elettorato attivo politico;
b. coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
c. coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego presso la Pubblica Amministrazione, per aver conseguito l'impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile o siano incorsi nelle sanzioni disciplinari previste dai vigenti contratti collettivi nazionali (licenziamento con preavviso e licenziamento senza preavviso);
d. coloro che si trovino in una delle condizioni ostative di cui alla legge 18 gennaio 1992, n. 16;
e. coloro che siano temporaneamente inabilitati o interdetti, per il periodo di durata dell'inabilita o dell'interdizione;
f. i dipendenti dello stato o di enti pubblici collocati a riposo in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciale.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi:

Argomenti: