item-thumbnail

Graduatorie ad esaurimento, pronto emendamento per bloccare inserimento abilitati

di redazione

Il Decreto Milleproroghe, già approvato al Senato, è stato calendarizzato alla Camera per l’11 settembre. Esso contiene l’emendamento di LeEU per la riapertura delle Graduatorie ad esaurimento ai docenti abilitati.

L’emendamento approvato

Il 3 agosto in Senato è stato approvato un emendamento a firma

De Petris di Liberi e Uguali.

Secondo l’emendamento, possono inserirsi nella fascia aggiuntiva alle graduatorie ad esaurimento i docenti che hanno conseguito l’abilitazione entro l’anno accademico 2017/2018 ” ivi inclusi i docenti in possesso di diplomala magistrale o d’insegnamento tecnico-professionale entro l’anno scolastico 2001/2002.”

Nella stessa giornata

il Sen. Mario Pittoni, presidente della VII commissione cultura al Senato, parlò di un errore,

anticipando che l’emendamento sarà cancellato.

Non ci sono stati appigli al Regolamento per eliminare l’emendamento già al Senato, prima del passaggio alla Camera.

Pronto l’emendamento per bloccare inserimento dei docenti abilitati

Secondo quanto risulta alla nostra redazione, da fonti parlamentari, è già stato scritto invece l’emendamento volto a bloccare l’inserimento dei docenti abilitati nelle Graduatorie ad esaurimento.

Lo sciopero

Nella stessa giornata il sindacato Anief ha proclamato il primo sciopero dell’anno scolastico 2018/19.

Le motivazioni. Oltre alla difesa della riapertura delle graduatorie ad esaurimento per tutto il personale abilitato e alla salvaguardia dei ruoli, la piattaforma di protesta include la richiesta di adeguamento dell’organico di fatto a quello di diritto, inclusi i posti in deroga su sostegno, la stabilizzazione del personale precario, l’assunzione su tutti i posti vacanti e disponibili, una revisione globale poi della Buona Scuola, la  Legge 107/15 , lo sblocco dell’indennità di vacanza contrattuale, l’adeguamento degli stipendi all’inflazione.

Partecipano alla manifestazione anche Lavoratori Scuola Uniti Cobas scuola Cub scuola

Il Decreto Dignità, i concorsi

Per i docenti diplomati magistrale e laureati in Scienze della formazione primaria un primo provvedimento è già stato approvato in seno al Decreto Dignità. Si tratta del concorso straordinario riservato ai docenti con due annualità di servizio specifico negli ultimi otto. Per quanto riguarda i docenti della secondaria, a settembre partirà l’iter dei concorsi.

Condividi: