item-thumbnail

Graduatorie ad esaurimento, dichiarabili titoli e servizi conseguiti dopo il 10 maggio 2014

di redazione

L’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento avverrà a breve, come emerso dalla riunione di informativa ai sindacati svoltasi al Miur, nel corso della quale è stata illustrata la bozza di decreto.

Graduatorie ad esaurimento: ultimo aggiornamento

Ricordiamo che l’ultimo aggiornamento si è svolto per il triennio 2014-2017, poi prorogato dall’articolo 1, comma 10-bis, del decreto-legge n. 210/2015, convertito in legge  n. 21/2016.

La data ultima di presentazione delle istanze è stata il 10 maggio 2014, data importante per eventuali titoli e servizi da dichiarare, come vedremo di seguito.

Graduatorie ad esaurimento:  aggiornamento titoli e servizi

I docenti interessati dovranno procedere all’eventuale aggiornamento del punteggio già posseduto per il triennio 2014/17.

Al punteggio posseduto si aggiunge quello relativo ai nuovi titoli e servizi conseguiti successivamente al 10 maggio 2014 (termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione alla procedura 2014/17) ed entro la data di scadenza del termine di presentazione delle domande (che sarà fissato dal DM).

E’ possibile inoltre dichiarare i titoli già posseduti ma non presentati entro la succiata data del 10 maggio 2014.

I servizi svolti successivamente al 10 maggio 2014 debbono essere dichiarati soltanto se l’aspirante non abbia raggiunto, per l’anno scolastico 2013/2014, il punteggio massimo consentito (12 punti). Così, ad esempio, se un docente, alla data del 10 maggio 2014, aveva cumulato 10 punti e gli mancavano pochi giorni (poi svolti) per ottenere il punteggio massimo, aggiungerà i 2 punti mancanti con il nuovo aggiornamento.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: