Edilizia scolastica. Si lavora alla deroga del patto di stabilità

di redazione

red – Si tratta ancora di voci non confermate. Intanto, Mercoledì in VII commissione cultura incontro per situazione su edilizia scolastica.

red – Si tratta ancora di voci non confermate. Intanto, Mercoledì in VII commissione cultura incontro per situazione su edilizia scolastica.

Molto si muove attorno all’edilizia.

Venerdì il Ministro ha annunciato di aver firmato il decreto che assegna alle Regioni i primi 150 milioni dal decreto del Fare.

Novità anche dal Decreto istruzione che vanno dai finanziamenti e detrazioni per l’efficientamento energetico alla ristrutturazione antisismica.

Il Cipe da canto suo ha già assegnato fondi a 989 scuole, soprattutto al Nord

Adesso voci di corridoio, del corridoio del Ministero degli affari regionali, vogliono che al Governo si stia lavorando per quella deroga al patto di stabilità che tanti problemi ha creato in passato.

Infatti, a causa di tetti molto restrittivi, i comuni cosiddetti virtuosi che hanno fondi a loro disposizione per poter investire nelle strutture scolastiche, sono costretti a dover frenare.

Pare che tali freni verranno tolti, almeno per quel che riguarda l’edilizia scolastica che potrebbe essere post fuori dal patto di stabilità.

Interesse per il tema che vede protagonista questa settimana anche il parlamento. Infatti, mercoledì 13 alle 14, in VII commissione cultura, si svolgerà l’audizione di rappresentanti di Anci, Uncem, Upi e Conferenza Stato-Regioni sulla situazione dell‘edilizia scolastica.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: