Edilizia. Come ti stanzio i soldi e ti impedisco di spenderli

di

red – 16milioni di euro, stanziati per interventi di riqualificazione e messa in sicurezza delle scuole statali, rischiano di tornare al mittente, Roma, perché la tempistica per la presentazione dei documenti è impossibile da rispettare.

red – 16milioni di euro, stanziati per interventi di riqualificazione e messa in sicurezza delle scuole statali, rischiano di tornare al mittente, Roma, perché la tempistica per la presentazione dei documenti è impossibile da rispettare.

Dove sta l’inghippo?

In 11 giorni gli enti locali, per utilizzare i finanziamenti, devono aver prodotto una montagna di documenti: progetto esecutivo, munito di tutti i visti, autorizzazione e pareri, stralcio del programma triennale delle opere pubbliche, da cui si evincesse l’inserimento dell’Intervento proposto. Il mancato affidamento dei lavori entro il 28 febbraio 2014 comporterà la revoca dei finanziamenti.

Procedura che ha messo in difficoltà tutte le regioni, da Nord a Sud, dal Piemonte alla Sicilia.

L’unica forza politca che si è mossa è stata quella dei grillini. Il M5S ha, infatti, preparato delle interrogazioni parlamentari che affrontano questa problematica e chiedono una deroga della tempistica, al fine di permettere agli enti locali di presentare la documentazione.

Il rischio è che l’interesse espresso da questo Governo per l’edilizia e la sicurezza resti solo un intento e che la legge emanata si trasformi in un boomerang. Non è sufficiente emanare una legge "bisogna renderla anche eseguibile", dicono dal M5S

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: