Edilizia: 2 maggio sblocco patto stabilità. I numeri del Goveno non vacillano, ci sono tutti.

di

red – A dirlo il Ministro Giannini che ieri al Senato ha dato i numeri, quelli veri, smentendo notizie di difficoltà nel reperire le somme promesse, riportate da alcuni quotidiani.

red – A dirlo il Ministro Giannini che ieri al Senato ha dato i numeri, quelli veri, smentendo notizie di difficoltà nel reperire le somme promesse, riportate da alcuni quotidiani.

La Giannini ieri al Senato ha precisato che il Ministero si è attivato per assicurare estrema celerità ai finanziamenti già disposti dal cosiddetto "decreto-legge del fare", rendendo cantierabili 692 interventi urgenti, per un totale di 150 milioni di euro.

A queste risorse si aggiungono ulteriori 300 milioni stanziati dal decreto-legge n. 66 del 24 aprile scorso, che sono destinati ad interventi urgenti esecutivi ed immediatamente cantierabili, individuati in base allo scorrimento delle graduatorie del precedente decreto. In totale, sono perciò disponibili 450 milioni di euro, per complessivi circa 1.000 interventi.

Ha precisato, inoltre, che l’intero capitolo del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca dispone di 1,2 miliardi, potendo cantierare circa 2.000 interventi. Ed è in corso di programmazione un piano di interventi di piccola manutenzione per ulteriori 450 milioni, da aggiudicare attraverso gare CONSIP.

È infine confermata l’istituzione di una unità di missione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, che sarà seguita dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca da parte del sottosegretario Reggi, cui afferiranno ulteriori 2,2 miliardi, derivanti dallo svincolo del patto di stabilità.

Secondo il Ministro a giugno sarà pronta la cantierabilità estesa degli interventi e a settembre saranno conclusi i lavori di manutenzione, con l’evidente eccezione di quelli rivolti a nuovi edifici.

Come se non bastasse, il Premier Renzi ha assicurato a "Porta a Porta" che giorno 2 maggio sbloccherà il patto di stabilità, liberando risorse per l’edilizia.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: