item-thumbnail

Ed. civica, Patto di Corresponsabilità anche alla primaria. Sanzioni decise da scuole e non più da Regio Decreto

di redazione

Educazione civica come materia con voto autonomo: abolizione delle sanzioni previste dal Regio Decreto 26 aprile 1928 ed estensione del Patto Educativo di Corresponsabilità alla scuola primaria.

Applicazione riforma

La legge, che introduce l’educazione civica come materia con voto autonomo, è stata approvata definitivamente da Camera e Senato.

Si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e l’entrata in vigore. Abbiamo chiarito quando entrerà in vigore la riforma in Educazione civica con voto autonomo, sarà introdotta dal 1° settembre 2019? Chiarimenti

Il testo approvato

Abolizione sanzioni RD 26 aprile 1928

Il succitato Regio Decreto (RD) del 26 aprile 1928, per gli alunni della scuola primaria, prevedeva le seguenti sanzioni: ammonizione; censura notata sul registro con comunicazione scritta ai genitori, che la debbono restituire vistata; sospensione dalla scuola, da uno a dieci giorni di lezione; esclusione dagli scrutini o dagli esami della prima sessione; espulsione dalla scuola con la perdita dell’anno scolastico.

Le succitate sanzioni, previste dall’articolo 412 del RD e applicate secondo quanto previsto dai seguenti articoli 413 e 414, sono state abolite dall’articolo 7 del nuovo testo di legge sull’eduzione civica:

[…] Gli articoli da 412 a 414 del regolamento di cui al regio decreto 26
aprile 1928, n. 1297, sono abrogati. 

Ciò, tuttavia, non vuol dire che non saranno previste sanzioni, come vedremo di seguito.

Estensione Patto Educativo Corresponsabilità alla Primaria

Il summenzionato articolo 7 del testo di legge prevede che il Patto Educativo di Corresponsabilità venga esteso anche alla scuola Primaria (sino ad ora il Patto era previsto solo per la scuola secondaria):

Al fine di valorizzare l’insegnamento trasversale dell’educazione civica e di sensibilizzare gli studenti alla cittadinanza responsabile, la scuola rafforza la collabora zione con le famiglie, anche integrando il Patto educativo di corresponsabilità di cui all’articolo 5-bis del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, estendendolo alla
scuola primaria […]

L’estensione del Patto alla primaria compensa e aggiorna, riguardo alle sanzioni, quanto previsto dal succitato Regio Decreto, in quanto le scuole stabiliranno i comportamenti sanzionabili e le relative sanzioni.

Così leggiamo nell’articolo 4 dello Statuto:

I regolamenti delle singole istituzioni scolastiche individuano i comportamenti che configurano mancanze disciplinari con riferimento ai doveri elencati nell’articolo 3, al corretto svolgimento dei rapporti all’interno della comunità scolastica e alle situazioni specifiche di ogni singola scuola, le relative sanzioni, gli organi competenti ad irrogarle e il relativo procedimento, secondo i criteri di seguito indicati.

Le scuole, dunque, come sottolineato in precedenza anche dal sottosegretario Giuliano, decideranno le sanzioni da comminare e i comportamenti punibili.

Il testo approvato

Leggi anche:

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: