item-thumbnail

DSGA su due scuole, spetta indennità di 214 euro mensili

di redazione

L’articolo 39 del nuovo CCNL è dedicato “all’Indennità per il DSGA che copra posti comuni a più istituzioni scolastiche”, come nel caso di reggenza in altra scuola sottodimensionata. 

Il predetto articolo così recita:

“In attuazione dell’art. 2, comma 4 del CCNL relativo ai direttori dei servizi generali ed amministrativi delle scuole (DSGA) sottoscritto il 10/11/2014, gli effetti del predetto CCNL sono prorogati fino al termine dell’anno scolastico nel corso del quale è adottato l’accordo in sede di conferenza unificata di cui all’art. 19, comma 5-ter del D.L. 6-7-2011 n. 98.”

In sostanza, il nuovo Contratto proroga gli effetti di quanto stabilito con il Contratto del 2014 relativo al riconoscimento dell’indennità mensile per i Direttori dei servizi generali e amministrativi in caso abbiano affidata in reggenza una scuola sottodimensionata.

Al riguardo è intervenuta l’Associazione Nazionale Quadri delle Pubbliche Amministrazioni (Anquap) che, dopo aver evidenziato quanto sopra riferito, ha affermato:

Ne consegue che a partire dal prossimo mese di maggio 2018 le competenti Ragionerie Territoriali dello Stato (appartenenti al MEF) dovranno erogare agli interessati (i DSGA assegnati in una seconda scuola) l’indennità mensile spettante, con riferimento agli incarichi svolti a partire dall’a.s. 2015/2016 (in alcuni casi anche dall’a.s. 2014/2015).

Si ricorda che la misura dell’indennità in parola – da corrispondere per dodici mensilità ed avente natura accessoria – è fissata in euro 214,00 mensili lordi, cui si aggiunge la quota dell’indennità di direzione parte variabile a carico del FIS dell’istituzione scolastica sottodimensionata (ove si è prestato l’incarico).

A fine di accelerare la procedura, l’Anquap consiglia ai DSGA interessati di inoltrare apposita istanza alle Ragionerie Territoriali competenti, allegando il provvedimento di assegnazione dei rispettivi Uffici Scolastici Regionali e l’attestazione di effettuato servizio delle Istituzioni Scolastiche coinvolte.

Condividi:

Argomenti: