item-thumbnail

DSGA, Anief: grandi responsabilità non riconosciute giuridicamente ed economicamente

di redazione

comunicato Anief – Ancora una volta un contratto nazionale non individua i ruoli di chi ha avuto riconosciuto nominalmente un ruolo apicale nell’amministrazione scolastica, ma a livello retributivo e non giuridico continua ad essere mortificato. Per colpa della temporizzazione prevista dalle norme patrizie annullate nei passaggi di ruolo dalla Cassazione per il personale dell’infanzia, gli ex assistenti amministrativi nel nuovo ruolo di direttori percepiscono uno stipendio inferiore. Per non parlare poi degli ultimi posti autorizzati per le immissioni in ruolo andati a vuoto per via di un concorso che manca da vent’anni e di facente funzioni non valorizzati. Il potere d’acquisto degli stipendi, di fatto, premia chi era segretario.

Ricordiamo che il Dsga ha precisi compiti organizzativi, predispone e contabilizza gli atti, è consegnatario dei beni mobili, sovrintende ai servizi generali ed amministrativo-contabili, svolge attività di tutor, aggiornamento e formazione nei confronti del personale, è il responsabile della contabilità e degli adempimenti fiscali, emette e firma i mandati di pagamento e reversali d’incasso. Si occupa poi di verifiche dei requisiti pensionistici, anche in luogo dell’Inps e di specifiche pratiche fiscali (gestione AVCP, Cig, Cup, PCC, Firma digitale, Emens, Certificazione unica, 770, Dichiarazione Irap). Per non parlare del Miur, del Mef, di tutti quegli altri enti che riversano sugli istituti richieste di ogni tipo, in perenne ricerca di dati.

“È arrivato davvero il momento di dire basta”, dichiara il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico. “Soprattutto visto che più di un posto su quattro il prossimo anno sarà vacante. Anief ha messo a disposizione il modello di diffida per sbloccare la temporizzazione”.

“Questi assistenti – continua Pacifico – chiedono di voltare pagina. Prima di tutto, attraverso la loro stabilizzazione che deve per forza di cose avvenire creando una graduatoria di 24 mesi per Dsga e riattivando quella mobilità verticale che per legge dovrebbe svolgersi ogni biennio. Facendo ciò, si permetterebbe di coprire i posti vacanti da parte di tutti coloro che in questi anni si sono messi a disposizione, con impegno e lavorando ben oltre l’orario previsto.

Anief ha presentato formale ricorso contro la ‘temporizzazione’ dei Dsga transitati nel ruolo professionale superiore, da assistente amministrativo o responsabile amministrativo, dopo il 1° settembre dell’anno 2000: a pensarla così è anche la Suprema Corte di Cassazione che si è occupata dell’argomento, da ultimo con la sentenza n. 9144/2016, rilevando l’illegittimità del criterio della “temporizzazione” nel caso proprio di passaggi dei dipendenti da un ruolo all’altro dello stesso comparto e censurando questo criterio applicato dal Miur in favore dell’obbligo per l’Amministrazione di effettuare l’integrale ricostruzione di carriera del dipendente in base all’effettivo servizio prestato nel ruolo precedente.

18 aprile 2018

Ufficio Stampa Anief

Condividi:

Argomenti: