item-thumbnail

Docente dice ad alunno “cinese di m…”, rischia il processo per odio razziale

di redazione

Un docente di tecnologia di una scuola secondaria di primo grado di Torino potrebbe essere sottoposto a processo per aver insultato un alunno cinese dodicenne. 

Nello specifico, come riferisce l’Ansa, l’insegnante avrebbe detto allo studente “cinese di m…”.

La scuola aveva segnalato l’accaduto all’USR Piemonte, mentre un gruppo di genitori aveva chiesto all’Istituto la sospensione del docente.

Le indagini sono state chiuse celermente dal Pubblico Ministero, grazie alle direttive del Procuratore Capo di Torino Armando Spataro, volte al contrasto dei reati motivati da ragione di odio razziale e discriminazione etnico-religiosa.

Grazie alle nuove disposizioni, i magistrati possono trattare come “prioritari” i procedimenti che riguardano reati di discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale e religioso, con indagini rapide volte all’individuazione dei responsabili.

Condividi:

Argomenti: