item-thumbnail

Dirigenti Scolastici concorso 2017, UIL: riconvocare sulle sedi che si liberano

di redazione

Assegnazione della sede ai vincitori del concorso Dirigenti Scolastici 2017: il sindacato UIL Scuola pone un problema sui posti ancora vacanti. 

“Con la presente, la UIL SCUOLA, pone un problema che va assolutamente risolto nelle more dell’assegnazione delle sedi ai neo-dirigenti scolastici. Infatti, sono tante le rinunce che pervengono da parte dei candidati, per cui molte Direzioni Scolastiche Regionali si trovano con posti ancora vacanti, che a nostro parere devono essere offerti a coloro che a suo tempo avevano chiesto di essere assegnati in ben precise regioni. Ora per effetto di un’inaspettata disponibilità di posti in alcune regioni, come ad esempio il Lazio, dove i posti liberatosi rischiano di non andare a favore delle scelte di quanti, pur avendo opzionato la Regione Lazio, per una iniziale indisponibilità di sedi, sono stati costretti a spostarsi su altre regioni.

Essere destinati ad una sede scolastica, in molti casi a ben mille chilometri di distanza è cosa ben diversa della possibilità di opzionare una sede scolastica, più vicina alla propria regione, per rinuncia dei destinatari.

La questione è talmente delicata e scottante al punto che rischia di aprire un altro fronte di contenzioso, perché non è stata prevista la possibilità di una riconvocazione sulle sedi liberatosi o che ancora potrebbero liberarsi.

La UIL Scuola ritiene che non si possa non tener conto di questa denunciata circostanza che va nella direzione della difesa dei diritti di graduatoria dei candidati, unico e solo criterio veramente democratico di assegnazione delle sedi di servizio ai neo-dirigenti scolastici. Del resto la problematica prospettata è fortemente avvertita anche dai neo-dirigenti scolastici, che non capirebbero di dover stipulare un contratto in una regione piuttosto che in un’altra più confacente alle loro necessità umane e familiari, pur essendocene l’opportunità grazie ai colleghi rinunciatari. Chiediamo pertanto che si definisca un percorso che attraverso modifiche puntuali di sede riconosca le legittime posizioni giuridiche ed eviti un nuovo contenzioso che vedrà con ogni probabilità la soccombenza dell’amministrazione. A tal fine la Segreteria Nazionale della UIL Scuola si rende disponibile ad ogni sede o tavolo di confronto. Cordiali saluti
Rosa Cirillo Pino Turi segretario nazionale dipartimento segretario generale dirigenti

Pino Turi  segretario generale
Rosa Cirillo segretario nazionale dipartimento dirigenti

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: