item-thumbnail

Dirigenti scolastici, 72 cattedre scoperte in Friuli Venezia Giulia

di redazione

Si aggrava il fabbisogno di dirigenti scolastici e le speranze sono riposte, nel futuro, nel concorso appena avviato. Forse solo così si riuscirà a soddisfare l’esigenza nelle scuole del Friuli Venezia Giulia.

Come racconta il Messaggero Veneto, altre scuole rimarranno senza preside a causa dell’addio, all’inizio di luglio, da parte di 11 dirigenti. Le scuole da affidare a reggenti o completamente scoperte fino alla nuova nomina sono al momento 72 su 171. 

Speranze riposte nell’ultimo concorso

La situazione non potrà essere risolta a breve, perché il corso-concorso ha tempi più lunghi dell’avvio dell’anno scolastico e, ben che vada, secondo la stima di Ugo Previti, segretario regionale della Uil Scuola, non si arriverà prima del 2019/2020.

A livello provinciale, la situazione più critica è quella di Gorizia, dove solo 1o scuole su 25 sono affidate a un dirigente scolastico.

Le rassicurazioni del Ministro Bussetti

Nell’audizione del 1 agosto in Senato aveva confermato la volontà di modificare l’iter per permettere l’assunzione dei nuovi dirigenti scolastici già dal 1° settembre 2019.

In pratica, come già scritto da Orizzonte scuola, poiché si tratta di un corso concorso, sarà possibile svolgere l’attività formativa durante il periodo di prova, in modo da permettere l’assunzione in servizio 1° settembre 2019.

Avevamo già riferito sulla problematica in Organici, in FVG mancano 70 presidi e 400 docenti di sostegno

Condividi: