item-thumbnail

Diplomati magistrale rimangono in cattedra, nomina giuridica all’avente titolo. Attesa per oggi intesa

di redazione

E’ attesa per oggi la firma dell’intesa tra Miur e sindacati per risolvere, per l’a.s. 2019/20, la problematica relativa alle sentenze sui diplomati magistrale che in corso d’anno scolastico rischiano di sconvolgere la didattica. 

Una soluzione non soluzione che dovrebbe basarsi sull’intesa da firmare oggi tra Miur e sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e Gilda.

La copertura normativa dovrebbe arrivare poi tramite emendamento al Decreto scuola approvato dal Consiglio dei Ministri il 10 ottobre scorso e per il quale ci sono 60 giorni di tempo per eventuali modifiche o migliorìe.

Su cosa si basa l’intesa lo spiega oggi il Corriere della Sera “l’intesa prevede la possibilità, per i diplomati magistrali, di rimanere in carica con contratto annuale fino al 30 giugno, in modo da non lasciare cattedre scoperte durante l’anno. E, contemporaneamente, di dare ai docenti che sono già predesignati per occupare quei posti- sulla base delle graduatorie- la titolarità giuridica della cattedra stessa”

Un accordo di massima è stato raggiunto ieri ma l’appuntamento è stato aggiornato ad oggi per le ultime verifiche sui costi e sulle modalità per attuare il provvedimento.

Fiduciosi i sindacati, che la definiscono ” conclusione soddisfacente”

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: