item-thumbnail

Detrazioni 730 acquisto strumenti compensativi per persone con DSA

di Patrizia Del Pidio

Detrazione dal modello 730 delle spese sostenute per l’acquisto di strumenti compensativi e sussidi tecnici e informatici per le persone con DSA.

Con la legge di Bilancio 2018, in vigore dal 1 gennaio dello stesso anno, è stata introdotta una importante novità ai fini delle detrazioni Irpef nella dichiarazione dei redditi. Diventano fiscalmente detraibili al 19%, infatti, le spese sostenute per “l’acquisto di strumenti compensativi e sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n° 170, necessari all’apprendimento” per le persone con DSA.

Su quali acquisti si applica la detrazione? Nella legge 205 del 2017 si legge che possono essere portate in detrazione le spese sostenute per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere”

A chi spetta la detrazione?

E’ necessario essere in possesso, per un familiare a carico, della diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento DSA ovvero “un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato”.

La spesa, quindi, può essere portata in detrazione dal contribuente in caso il familiare con DSA sia fiscalmente a suo carico. E’ bene specificare che la detrazione spetta sia per soggetti minorenni che maggiorenni a patto che abbiano una diagnosi DSA e fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado.

Le spese per essere portate in detrazione devono essere documentate con fattura o scontrino parlante in cui sia indicato il codice fiscale del soggetto DSA e le specifiche del prodotto acquistato.

Deve essere dimostrato, inoltre, il collegamento tra l’acquisto e il disturbo dell’apprendimento.

Detrazione DSA: quali acquisti detraibili?

E’ possibile portare in detrazione, a titolo puramente esemplificativo:

  • la sintesi vocale che aiuta nella comprensione della lettura e nello studio
  • la calcolatrice ce aiuta nei calcoli
  • i programmi di videoscrittura con correttore ortografico che aiutano nella produzione di testi
  • computer che facilitano la comunicazione e l’elaborazione scritta, ma anche l’accesso ad informazione e cultura.
Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: