item-thumbnail

Aumenti stipendio rinviati al 2020. Rimane indennità vacanza contrattuale

di redazione

Approvato alla Camera il Documento di Economia e Finanza 2019 con 272 sì e 122 no.

Aumento spesa per dipendenti pubblici

Nel DEF si legge dell’aumento della spesa per i redditi da lavoro dipende delle Amministrazioni pubbliche, secondo quanto di seguito indicato:

  • 2019 – 172.594 milioni (+0,4%);
  • 2020 – 174.018 milioni (+0,8%);
  • 2021 – 173.751 milioni (-0,2%);
  • 2022 – 174.859 milioni (+0,6%).

Aumento spesa per rinnovo contratti

Nel testo si legge che “fra i fattori di incremento della spesa si segnala il rinnovo contrattuale per il triennio 2019-2021″.

In base alle risorse stanziate dalla legge di bilancio 2019, gli incrementi stipendiali nella pubblica amministrazione saranno i seguenti:

+ 1,3% nel 2019
+ 1,65 % nel 2020
+ 1,95% dal 2021

Rinnovo contratto nel 2020

Nel testo del DEF, infine, leggiamo:

Considerato che la stagione contrattuale 2016-2018 non è ancora conclusa, la previsione sconta l’ipotesi che i CCNL per il triennio 2019-2021 verranno sottoscritti a decorrere dal 2020“.

I Contratti, compreso quello dell’Area Istruzione e Ricerca, saranno dunque rinnovati a partire al 2020.

Ciò vuol dire che, sino alla nuova sottoscrizione, gli unici aumenti stipendiali saranno quelli derivanti dall’indennità di vacanza contrattuale.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: