item-thumbnail

Cyberbullismo: gli studenti simulano un processo penale

di redazione

Giovedì 7 giugno, nel giardino del Liceo Classico “Pitagora”, è stato rappresentato il “Processo simulato: un caso di Cyberbullismo”.

Il progetto “Cittadinanza e beni comuni” che fa parte del percorso di inclusione “LO SPAZIO MAGICO” (cod: 10.1.1A-FSEPON-CL-2017-153), è nato dalla necessità di promuovere una riflessione sulle tematiche della sicurezza online.

La rappresentazione di un processo penale minorile ha permesso di riflettere sulle complicanze psicologiche e legali del caso, vestendo letteralmente “i panni” dei Giudici togati, del Pubblico ministero, degli avvocati della difesa, degli imputati e della vittima, i ragazzi hanno dimostrato non soltanto doti recitative, quanto una metabolizzazione matura dei procedimenti legali e una presa di coscienza riguardo al problema del cyberbullismo, un fenomeno purtroppo estremamente subdolo e silente, dove, a volte, gli spettatori sono colpevoli della denigrazione della vittima tanto quanto gli aguzzini.

Condividi: