item-thumbnail

Contro bullismo, mandiamo giovani a lavorare e uno psicologo in ogni scuola

di redazione

A suggerire le misure contro gli atti di bullismo che in questi giorni stanno riempiendo le cronache dei giornali è il presidente dell’Ordine degli psicologi.

In un articolo pubblicato dal quotidiano “La Stampa” a pagina 17, Fulvio Giardina suggerisce una serie di motivazioni e di soluzioni contro il fenomeno del bullismo.

Secondo Giardina, una delle cause dei problemi di oggi è il fatto che le classi sono diventate l’unico luogo di vera socializzazione, mentre un tempo c’erano anche le strade e gli oratori. Di conseguenza le scuole diventano i luoghi privilegiati per tensioni e conflitti.

Tra le soluzioni proposte, quella di consentire ai giovani il lavoro quotidiano, utile per prevenire atti di bullismo. Ma la principale proposta è quella di impiegareuno psicologo in ogni scuola.

In questo modo, afferma Giardina, si possono attuare degli interventi mirati, anche di gruppo per aiutare ragazzi e docenti.

Condividi:

Argomenti: