item-thumbnail

Contro analfabetismo funzionale, giornata di lettura e senza tv. Lettera

Inviato da Lorenzo Picunio – Il 23 aprile è per decisione dell’Unesco la “Giornata Mondiale del Libro e della Lettura”.

In questa data si ricorda la morte di William Shakespeare e di Miguel Cervantes, due fra gli scrittori più importanti della storia dell’umanità.
La proposta che rivolgiamo è quella di una giornata per leggere, acquistando (o prendendo in prestito) un libro, leggendolo a dei bambini (magari di una scuola dell’infanzia o primaria) o a degli anziani, iniziando per conto proprio la sua lettura, regalandolo a qualcuno. Una giornata senza televisione e senza altri apparecchi elettronici quando non strettamente necessari.
Una giornata per la lotta contro l’analfabetismo funzionale, quello che vede le persone non saper leggere un libretto di istruzioni, un manuale, una semplice comunicazione scritta. Siamo i primi con il Messico tra i paesi OCSE in questa triste classifica.
Con Cervantes e Shakespeare, una giornata perché leggere è importante, un atto verso gli altri e non contro gli altri, un atto di cultura e di apertura a nuove conoscenze. Un atto – in fin dei conti – di democrazia.
Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: