item-thumbnail

Quando andrò in pensione con 40 anni di contributi nel 2018?

di Consulente Fiscale

Quali possibilità di pensionamento per chi a fine 2018 ha maturato 40 anni di contributi? Vediamo le alternative.

Buongiorno,
Sono un’ insegnante di scuola primaria. Ho 60 anni compiuti e 40 anni di contributi al 31/12/ 2018. Quando potrei accedere alla domanda di quiescenza?  Avendo, in passato , usufruito di aspettativa per motivi di famiglia, e comunque, dopo il 1996, ho fatto domanda all’’INPS per riscattare alcuni mesi e poter usufruire in anticipo della pensione. Intendo dire che, riscattando nel 2019 i mesi da settembre a dicembre, potrei conseguire la pensione entro settembre 2019? Preciso che ho maturato i 18 anni di insegnamento entro il 31 dicembre 1995. Con quale sistema pensionistico andrei in quiescenza?
Ringrazio in anticipo e saluto.

 

Pensione nel 2019: quali possibilità?

Avendo lei 60 anni di età l’unica possibilità di pensione che ha in tempi brevi è quella anticipata che dal 2019 richiederà, per le donne, 42 anni e 3 mesi di contributi maturati.

Se al 31 dicembre 2018 avrà 40 anni di contributi a dicembre dell’anno successivo arriverà a 41 anni di contributi e pur riscattando 4 mesi di contributi finirebbe il 2019 con 41 anni e 4 mesi di contributi. Questo, come appare evidente, non le permetterà di poter accedere alla quiescenza anticipata nel corso del 2019 e, quindi, non potrà conseguire la pensione entro settembre 2019.

La quota 100, purtroppo, non sarà alla sua portata poichè richiederà 64 anni di età e 36 anni di contributi e pur essendo ampiamente in possesso del requisito contributivo, le manca quello anagrafico.

Le alternative di pensionamento, non essendo moltissime per il 2019, le permetterebbero di accedere alla pensione anticipata nel 2020 (anche senza il riscatto del contributi avendo lei come unica finestra di pensionamento il 1 settembre) con 42 anni e 8 mesi il 31 agosto 2019.

Quota 41: c’è una possibilità?

Potrebbe accedere alla pensione anche con la quota 41 quando entrerà in vigore, ma siccome il governo ha fatto trapelare che questa forma pensionistica non rientra nelle sue priorità, suppongo che anche con la quota 41 non potrà accedere alla quiescenza prima del 2020.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi: