item-thumbnail

Pensione anticipata Quota 100, sarà penalizzante?

di Consulente Fiscale

Pensione Quota 100, quali requisiti sono richiesti e quali penalizzazioni subirà l’assegno? Con quale percentuale? Tutte le informazioni utili.

Nato nel 1955, 36 anni di contributi. Con quota 100 quando in pensione e presumibilmente con quale cifra? Grazie

La pensione anticipata Quota 100 è allo studio al Governo, tanti i dubbi e le criticità. Le ultime novità riguardano le dichiarazioni del leader della Lega, che è determinato alla modifica della Legge Fornero e annuncia che la Riforma pensione dovrà consistere in una misura accettabile per i cittadini.

La nuova proposta prevede una pensione graduale negli anni, dal 2019 in pensione a 62 anni per arrivare nel 2021 alla quota 100 perfetta con 60 anni di età e 40 anni di contributi.

Pensione Quota 100: l’assegno più basso?

Tra le tante ipotesi allo studio, si è parlato di una penalizzazione sull’importo dell’assegno previdenziale per coloro che accedono alla Quota 100. L’importo dell’assegno subirebbe una decurtazione in quanto calcolato con il sistema contributivo.

Il calcolo della pensione con il sistema contributivo è stato introdotto dalla riforma Dini del 1995. La pensione, nel regime contributivo, è strettamente collegata alla contribuzione versata nell’arco dell’intera vita lavorativa e non agli stipendi dell’ultimo periodo, come avviene con il sistema retributivo.

Per capire se ci sarà una penalizzazione o meno, bisogna attendere che la nuova misura Quota 100 sia definitiva. Queste sono solo ipotesi su come generalmente vengono calcolate le altre pensioni, ed esattamente:

  • per i contributi versati fino al 31 dicembre 2011 con in sistema retributivo, per quelli successivi con il sistema contributivo per coloro che sono in possesso di almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995
  • per chi è in possesso di meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, con il sistema retributivo per i contributi versati entro quella data e con il sistema contributivo tutti gli altri
  • per chi non possiede contributi versati al 31 dicembre 1995 il calcolo della pensione sarà effettuato interamente con il sistema contributivo.

Consigliamo di leggere: Come si calcola la pensione con il calcolo contributivo e retributivo, confronto e convenienza

Per sapere qualcosa di certo, bisogna attendere che la nuova pensione Quota 100 sia resa effettiva, al momento solo tanta confusione.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi: