item-thumbnail

Pensione anticipata quota 100: 64 anni e 36 di contributi o 62 anni e 38 di contributi?

di Consulente Fiscale

Cerchiamo di capire quanto convenga versare contributi volontari per accedere alla pensione anticipata quota 100, in virtù del fatto che il beneficio, molto probabilmente, penalizzerà l’assegno di pensione.

Salve, sono disoccupato da giugno 2017, ho 37 anni di contributi versati e compirò 64 anni a febbraio 2019.
Si prospettano varie quote 100, se il Governo dovesse optare per quella 64 età anagrafica + 36 di contributi per me andrebbe bene, ma se dovesse decidere di inserire la proposta da Salvini, 62 età e 38 contributi potrei rientrarci ugualmente o dovrei pagare un anno di contributi.?
Grazie in anticipo per una Vs. risposta.

 

Anche se è bene premettere che parlando della quota 100 siamo nel campo delle ipotesi, con la scelta del pensionamento con 64 anni e 36 anni di contributi potrebbe presentare domanda di pensione già nel momento che verrà pubblicato il decreto attuativo che spiegherà modalità di accesso e requisiti richiesti.

Se, invece, dovesse essere scelta l’ipotesi con 62 anni di età e 38 anni di contributi non vi rientrerebbe a causa della mancanza del requisito contributivo per il quale mancherebbe 1 anno di contributi versati.

Lei giustamente fa notare che potrebbe ovviare al problema versando contributi volontari. Ma, le faccio notare che il contributi volontari oltre ad avere un costo abbastanza importante, richiederebbe 1 anno per i versamenti portandola a poter presentare domanda di pensione anticipata con la quota 100  a 65 anni (poichè in ogni caso dovrà attendere la scelta del governo per iniziare il versamento dei volontari).

Quello che mi chiedo: le conviene? Ricordo, infatti, che con ogni probabilità la quota 100 presenterà delle penalizzazioni sull’assegno pensionistico che il governo sta studiando per scoraggiare i pensionamenti di massa con il beneficio. Versare, quindi, 1 anno di contributi volontari per ricevere una pensione che probabilmente sarà penalizzata per sempre non mi sembra una scelta molto saggia soprattutto se ha la possibilità di attendere ulteriori 2 anni per accedere alla pensione di vecchiaia a 67 anni che le permetterà di fruire di un assegno pensionistico intero e senza penalizzazioni (e senza dover spendere i soldi necessari per il versamento di 1 anno di contributi volontari).

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi: