item-thumbnail

Pensione anticipata Opzione donna rinnovata dal 2019? Estesa anche agli uomini?

di Consulente Fiscale

Pensione anticipata Opzione donna, sarà prorogata nel 2019? Quali saranno i nuovi requisiti? Sarà estesa anche agli uomini? Le ultime FAQ aggiornate.

Il regime sperimentale donna, cosiddetta opzione donna, è un beneficio che consente alle lavoratrici di ottenere la pensione di anzianità con requisiti anagrafici più favorevoli rispetto a quelli in vigore dal 1° gennaio 2008 in poi.

Il nuovo governo ha promesso che la proroga dell’Opzione donna sarà inserita nella legge di Bilancio 2019. Ad oggi i nuovi requisiti sono ancora un’incognita, secondo le ultime indiscrezioni, si parla di una proroga Opzione donna con il raggiungimento dei requisiti contributi e anagrafici fino al 31 dicembre 2019. Se la misura verrà accettata, aumenterà la platea degli aventi diritto, includendo anche le lavoratrici nate nel 1961-1962.

Questa non è l’unica ipotesi, si è parlato anche di un innalzamento dell’età pensionistica a 63 anni. Questa ipotesi è molto difficile, anche in riferimento alla nuova misura: Quota 100 con 62 anni di età e 38 anni di contributi.

Pensione anticipata Opzione donna: FAQ Aggiornate

1) Buongiorno, c’è la speranza che venga estesa anche agli uomini?

 

L’Opzione donna nasce esclusivamente per le donne lavoratrici, non potrà essere estesa agli uomini.

 

2) Buonasera sono una signora di 55 anni ho maturato fino ad ora circa 36 anni di contributi a quale tipo di pensionamento potrò usufruire in futuro? Sarà possibile rientrare nei requisiti di opzione donna? Grazie

 

Per l’opzione donna, 55 anni di età sono pochi, non si conoscono ancora i nuovi requisiti, ma di sicuro non saranno inferiore all’attuale misura che prevede 57 anni e 35 anni di contributi per le lavoratrici dipendenti o 58 anni e 35 anni di contributi per le lavoratrici autonome.

Attualmente, non c’è nessuna forma pensionistica che dà il diritto di poter accedere alla pensione anticipata a 55 anni.

 

3) Sono una insegnante che ha compiuto 64 a luglio con35 anni di servizio. Quindi il prossimo 31 agosto avrò 65 anni di età e 36 anni di servizio. Quando potrò andare in pensione e con quale penalizzazione? Eventualmente quota 100? O opzione donna?

 

In riferimento alla Quota 100, la nuova ipotesi prevede 62 anni e 38 anni di contributi, lei ha il requisito dell’età ma le manca il requisito contributivo di 38 anni. Può comunque, se verrà prorogata, accedere all’ Opzione donna. Non si sanno ancora i requisiti, ma non si dovrebbero discostare molto dalla misura precedente. L’assegno pensionistico della pensione Opzione donna, viene calcolato con il metodo contributivo, e subisce una penalizzazione di circa il 30%. Come alternativa può considerare l’accesso alla Ape Volontario o la RITA, i requisiti di entrambi sono 63 anni e 20 anni di contributi. La RITA permette di uscire anche 5/10 anni prima.

Leggi anche:  In pensione con 64 anni: quota 100, Rita o pensione di vecchiaia?

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi: