item-thumbnail

Pensione anticipata o quota 100 con 42 anni di contributi: quanto manca?

di Consulente Fiscale

Pensione anticipata o quota 100 nello stesso anno a distanza di qualche mese: conviene aspettare per accedere all’anticipata?

Al primo agosto 2018 ho toccato i 40 anni di contributi continuativi più 22 mesi e 27 giorni figurativi di militare ed il 6 settembre ho compiuto 64 anni di età. Mi devo preparare per la tanto sognata pensione ? Grazie

 

In pratica, quindi, possiede 41 anni, 10 mesi e 27 giorni di contributi maturati, comprensivi di contributi figurativi.

Per l’accesso alla pensione anticipata tradizionale le mancano 1 anno, 4 mesi e 3 giorni di contributi ed in questo modo potrebbe ottenere un assegno pensionistico privo di penalizzazioni. Potrebbe, quindi maturare i requisiti per la pensione anticipata a dicembre 2019 con accesso alla pensione il 1 gennaio 2020.

Se, però, dovesse entrare in vigore la quota 100 a inizio 2019 potrebbe presentare domanda di accesso fin dalla pubblicazione del decreto attuativo della misura (se ne parlerà, credo, non prima di marzo o aprile) poichè in possesso sia del requisito anagrafico che di quello contributivo richiesto. Però deve tenere conto che alla quota 100 saranno applicate penalizzazioni che ancora non sono state rese note (anche se si è parlato di un ricalcolo contributivo dell’assegno). In questo caso le conviene anticipare la pensione di qualche mese e avere un assegno per sempre penalizzato se entro la fine del 2019 potrebbe accedere ad una pensione senza penalizzazioni?

 

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi: