Concorso straordinario infanzia e primaria, CISPI: no diploma linguistico, esonero servizio commissari

di redazione

Il 9 ottobre u.s., come riferito, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha esaminato il decreto che disciplinerà il concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria.

Concorso infanzia e primaria, servizio paritarie escluso. Nota Snals

Il concorso, com’è ormai noto, è riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in SFP con due annualità specifiche di servizio nella scuola statale.

Vediamo quali osservazioni sono state avanzata dal CSPI.

Diploma sperimentale ad indirizzo linguistico

Per il CSPI va cancellata, all’articolo 6, la disposizione che permette la partecipazione al concorso ai docenti in possesso del diploma sperimentale ad indirizzo linguistico. Questo perché la legge n. 96/2018 (di conversione del decreto dignità) non prevede il predetto titolo tra quelli utili per l’ammissione al concorso medesimo.

Prova orale

Il decreto prevede che la prova abbia una durata complessiva massima di 45 minuti così suddivisi: 30 minuti massimo per la lezione simulata; 15 minuti massimo per l’interlocuzione con il candidato.

Per il CSPI bisogna eliminare l’indicazione dei tempi massimi relativi alla durata complessiva della prova (45 minuti) e all’interlocuzione con il candidato (15 minuti).

Esonero servizio commissari

Il CSPI suggerisce di permettere ai commissari la richiesta dell’esonero dal servizio, altrimenti si riscontreranno i consueti problemi: rinuncia  di commissari, difficoltà a costituire le commissioni, dimissioni in corso d’opera…

Parere

Il Consiglio, leggiamo nel parere, approva il decreto a condizione che vengano recepite le osservazioni avanzate.

Concorso straordinario Infanzia e Primaria, punteggi e titoli. La bozza di Decreto

Condividi: