item-thumbnail

Concorso straordinario infanzia e primaria assume chi ha svolto servizio e non chi ha il titolo

di redazione

Le corsiste del tfa III ciclo specializzazione sostegno di infanzia e primaria, che hanno acquisito il titolo entro il 30 giugno 2018 leggono nell’emendamento al Decreto Dignità, che istituisce un concorso straordinario per diplomati magistrale e laureati SFP con due annualità di servizio specifiche in scuole statali, un danno al titolo di specializzazione.

L’accesso al TFA specializzazione sostegno è selettivo

L’accesso al corso di specializzazione TFA sostegno prevede un test di preselezione, una prova scritta e una prova orale. Una vera e propria selezione, denunciano le maestre.

La frequenza dei corsi inoltre è obbligatoria, con un margine risicato di assenze possibili, con lezioni anche quotidiane in alcune Università, che hanno impedito ad alcune docenti di accettare le supplenze.

La richiesta

“Noi chiediamo – scrivono le maestre – di poter partecipare al concorso riservato anche senza aver maturato il servizio.

C’è carenza di insegnanti di sostegno specializzati: ebbene, ci siamo noi! Dateci la possibilità di svolgere il nostro lavoro! Date ai bambini la possibilità di avere l’insegnante specializzata, visto che è un loro diritto! Date ai bambini la possibilità di avere la stessa insegnante per tutta la durata del ciclo scolastico.

Non stiamo chiedendo niente di impossibile, vogliamo solo essere considerate in virtù del nostro titolo e dell’impegno da noi profuso”

Diplomati magistrale e SFP, ci sarà concorso riservato con due anni di servizio. Approvato, scarica il testo

Condividi:

Argomenti: