item-thumbnail

Concorso scuole Olimpiadi di Problem Solving: scadenza gennaio 2020

di redazione

Olimpiadi di Problem Solving (OPS): competizioni di Informatica rivolte agli alunni del primo e del secondo ciclo delle scuole italiane su territorio nazionale ed estero. Avviso Miur.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca promuove per l’anno scolastico 2019/2020 le competizioni di informatica (OPS),  rivolte agli alunni del primo e del secondo ciclo delle scuole Italiane su territorio nazionale ed estero.

Obiettivi competizioni:

  • stimolare la crescita delle competenze di problem solving e valorizzare le
    eccellenze presenti nelle scuole;
  • promuovere la diffusione della cultura informatica;
  • favorire lo sviluppo e la diffusione del pensiero computazionale;
  • sottolineare l’importanza del pensiero computazionale come strategia generale per affrontare i problemi, come metodo per ottenere la soluzione e come linguaggio universale per comunicare con gli altri;
  • stimolare l’interesse a sviluppare le capacità richieste in tutte le iniziative attivate per la valorizzazione delle eccellenze.

Le gare

Le gare si svolgono su tre livelli:

  • Scuola primaria (alunni delle classi IV e V): a squadre.
  • Scuola secondaria di I grado (alunni delle classi I, II e III): a squadre e individuale.
  • Scuola secondaria di II grado (studenti del primo biennio): a squadre e
    individuale.

Ogni squadra è costituita da quattro componenti ed è consigliata la squadra mista di allievi e allieve.

Le scuole per partecipare devono registrarsi sul sito www.olimpiadiproblemsolving.it.  Ogni plesso e/o ogni indirizzo deve effettuare una distinta registrazione sul portale.

Le gare si articolano in tre fasi: istituto, regionale e nazionale. Prima delle gare ci sarà un periodo di allenamento.

Le prove di istituto hanno la durata di 120 minuti e consistono nella risoluzione di 13 problemi per la gara a squadre e di 8 problemi per la gara individuale.

Le prove regionali e la finalissima hanno la durata di 90 minuti, con lo stesso numero di problemi proposti nel corso delle gare precedenti.

Come partecipare

Le scuole che intendono partecipare individuano un docente referente, il quale cura la registrazione sul sito. I Referenti regionali avranno cura di elencare le disponibilità delle Istituzioni scolastiche entro gennaio 2020 e definire le aggregazioni di scuole secondo il criterio della vicinanza geografica entro il 15 febbraio 2020 per consentire la migliore organizzazione possibile alle scuole che partecipano.

Tutti i dettagli nell’avviso Miur.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: