item-thumbnail

Concorso scuola secondaria: requisiti, prove, graduatorie, ruolo, percorso di formazione e prova

di redazione

Ministro Fioramonti: “Mancano i docenti: da subito ho detto che bisogna far partire i concorsi programmati.” Concorso ordinario scuola secondaria di primo e secondo grado: tutte le info.

Ministro Fioramonti, faremo partire presto concorsi a cattedra programmati

Concorso ordinario e legge di bilancio

Con la legge di bilancio 2019 si è intervenuti sul D.lgs. n. 59/2017, modificando il sistema di reclutamento, che così si articola:

  1. concorso
  2. assunzione in ruolo
  3. percorso annuale di formazione e prova
  4. conferma in ruolo, previo superamento del predetto percorso

Corso di preparazione Concorso a cattedra secondaria di I e II grado

Titoli d’accesso concorso

Procedure e Regione partecipazione

E’ possibile partecipare in una sola Regione, per una sola classe di concorso, distintamente per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, e per il sostegno.

Prove

Per la procedura relativa ai posti comuni sono previste due prove scritte e una prova orale.

Per i posti di sostegno sono previste una prova scritta e una prova orale.

Posti comuni: prima prova scritta

La prima prova scritta valuta conoscenze e competenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso. Nel caso di classi di concorso riguardanti le lingue e culture straniere, la prova deve essere prodotta nella lingua prescelta.

La  prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di sette decimi o equivalente. Il superamento della prova è condizione necessaria perché sia valutata quella successiva.

Posti comuni: seconda prova scritta

La seconda prova scritta valuta conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.

La  prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di sette decimi o equivalente. Il superamento della prova è condizione necessaria per accedere alla successiva prova orale.

Posti sostegno:  prova scritta

La prova valuta conoscenze e competenze del candidato sulla pedagogia speciale, sulla didattica per l’inclusione scolastica e sulle relative metodologie.

La  prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di sette decimi o equivalente. Il superamento della prova  è condizione necessaria per accedere alla prova orale.

Prova orale

La prova, consistente in un colloquio, valuta conoscenze e competenze del candidato nelle discipline facenti parte della classe di concorso e verifica la conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 del quadro comune europeo, nonché il possesso di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

La prova orale comprende anche quella pratica, ove gli insegnamenti lo richiedano.

La  prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di sette decimi o equivalente.

Corso di preparazione Concorso a cattedra secondaria di I e II grado

Graduatorie concorso

In ciascuna sede concorsuale regionale o interregionale, la graduatoria dei vincitori per ogni classe di concorso e per il sostegno è redatta in base alla somma di:

  • punteggi delle prove scritta/e e orale;
  • punteggi derivanti dalla valutazione dei titoli, effettuata per i soli candidati che abbiano superato tutte le prove previste.

Entrano in graduatoria un numero di soggetti pari, al massimo, ai posti messi a concorso.

Le graduatorie hanno validità biennale, a decorrere dall’anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse, e perdono efficacia con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successivo e comunque alla scadenza del biennio, fermo restando il diritto dei vincitori all’immissione in ruolo, anche negli anni successivi laddove necessario.

Corso di preparazione Concorso a cattedra secondaria di I e II grado

Accesso al percorso di formazione iniziale e prova

I vincitori scelgono, in ordine di punteggio e secondo i posti disponibili,
nella regione in cui hanno concorso, la scuola ove essere assegnati per svolgere il percorso di formazione iniziale e prova.

I vincitori che, all’atto dello scorrimento delle graduatorie, risultino presenti in posizione utile sia nella graduatoria di posto comune (relativa cioè a una classe di concorso) sia in quella relativa al sostegno, devono scegliere per una sola graduatoria e accettare la relativa immissione in ruolo.

Conferma in ruolo

In caso di valutazione finale positiva del percorso di formazione iniziale e prova, il docente è confermato in ruolo presso la scuola dove ha svolto il periodo di prova e dove deve rimanere, per almeno altri quattro anni, nel medesimo tipo di posto e classe di concorso.

Tale obbligo di permanenza decade in caso il docente sia in soprannumero o in esubero oppure in caso di applicazione dell’articolo 33, commi 5 o 6, della legge n. 104/92 (assistenza disabili o disabilità personale), limitatamente a fatti sopravvenuti dopo il termine di  presentazione delle istanze per il relativo concorso (cioè nel caso di riconoscimento della predetta legge dopo la presentazione della domanda di partecipazione al concorso).

Il docente, infine, è cancellato da ogni altra graduatoria, di merito, di istituto o a esaurimento nella quale sia iscritto, al termine del percorso e solo se valutato positivamente.

L’accesso al ruolo è precluso a coloro che non siano valutati positivamente al termine del percorso di formazione iniziale e prova. Evidenziamo che, tra le modifiche apportate dalla legge di bilancio, vi è stata anche la soppressione delle parole “non ripetibile”, in riferimento al percorso.

Abilitazione

I docenti, anche non vincitori, che superano tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi previsti, conseguono l’abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso.

Corso di preparazione Concorso a cattedra secondaria di I e II grado

17 settembre: incontro Ministro – sindacati

Il prossimo 17 settembre è previsto un incontro tra Ministro e sindacati per discutere di PAS e concorso straordinario. Bisognerà quindi attendere le modifiche a questo percorso. Molto probabilmente tutti i concorsi previsti potranno essere avviati nel 2020.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: