item-thumbnail

Concorso scuola docenti secondaria I e II grado, le regioni con più posti liberi

di redazione

A fornire le anticipazioni è IlSole24Ore, anche se si tratta di dati desunti da serie storiche, che devono trovare ancora corrispondenza nel monitoraggio effettuato dal Miur e nelle immissioni in ruolo dell’estate 2019. 

Bussetti: 48.536 posti per il concorso scuola secondaria

Il Ministro Bussetti ha informato i sindacati del numero di posti richiesto al MEF per il concorso scuola secondaria:  un totale di 48.536 posti, di cui 8.491 sul sostegno.

Secondo quanto ipotizzato da IlSOLe24Ore

Alla secondaria, i posti principali saranno in Lombardia, Piemonte e Veneto. Le classi di concorso più gettonate: matematica e scienze (A028), italiano, storia, geografia (A022), discipline letterarie alle superiori (A012) e sostegno.”

In effetti si tratta di dati generali, desunti dal fatto che per queste classi di concorso nell’a.s. 2018/19 sono rimasti posti vuoti. Ma nel frattempo sono state approvate le graduatorie del concorso DDG 85/2018 riservato ai docenti abilitati.

Un monitoraggio completo dei posti vuoti si potrà avere solo dopo la tornata di immissioni in ruolo prevista per l’a.s. 2019/20.

Nel frattempo, può essere utile dare un’occhiata alla situazione precedente al concorso 2018. Graduatorie vuote

E’ intenzione del Ministro anticipare tutte le operazioni relative all’avvio dell’anno scolastico, compresi gli incarichi a tempo indeterminato.

Tra l’altro, i posti di sostegno messi a concorso (8.491) sono sicuramente irrisori rispetto al reale fabbisogno.

Questo consentirà di avere un quadro più chiaro della situazione.

Obbligo 5 anni di permanenza

Quando si parla dei posti vuoti,  è necessario far menzione della norma inserita nel Decreto Legislativo n. 59/2017

Il docente è confermato in ruolo presso l’istituzione scolastica ove ha svolto il periodo di prova. Il docente è tenuto a rimanere nella predetta istituzione scolastica, nel medesimo tipo di posto e classe di concorso, per almeno quattro anni, salvo che in caso di sovrannumero o esubero o di applicazione dell’art. 33 commi 5 o 6 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, limitatamente a fatti sopravvenuti successivamente al termine di presentazione delle istanze per il relativo concorso. ”

Di questa norma è bene tener conto quando si sceglierà la regione per l’espletamento del concorso.

Dopo il vincolo, infatti, si potrà presentare domanda di mobilità (ferme restando le attuali condizioni, senza tener conto delle eventuali riforme sulla regionalizzazione), ma non è scontato che si possa ottenere immediatamente.

Possibili modifiche

Secondo quanto annunciato dal Ministero, potrebbero essere aumentate le percentuali riservate ai docenti precari con 36 mesi di servizio.

Secondo alcune fonti non ufficiali si tratterebbe del 30 o 35% dei posti cui si aggiungerà, se quanto da noi anticipato riceverà conferma, anche la cancellazione della preselettiva per questa stessa categoria di docenti.

Corso di preparazione al concorso per secondaria di I e II grado

Chi può accedere al concorso?

Ricordiamo che per accedere al concorso sarà necessario avere i seguenti requisiti:

Per accedere ai posti comuni (le classi di concorso a cui dà accesso la propria laurea) bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea  oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente oppure
  • laurea più tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione. Tale requisito è previsto soltanto in prima applicazione; gli aspiranti che ne sono in possesso potranno partecipare al concorso per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio). Concorso scuola secondaria, precari con 3 anni servizio: no 24 CFU, riserva 10% posti, supervalutazione servizio

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

  • il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per i posti di sostegno: 

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno.

Concorso scuola secondaria: le prove

Per la procedura relativa ai posti comuni sono previste le seguenti prove:

  • due prove scritte;
  • una prova orale.

Per i posti di sostegno:

  • una prova scritta;
  • una prova orale

I requisiti di accesso al concorso scuola secondaria

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: