item-thumbnail

Concorso dirigenti scolastici, violato anonimato dei candidati. Bussetti, non tocca a me vigilare

di redazione

Peggiorano di ora in ora le informazioni relative al concorso per diventare dirigente scolastico e le presunte anomalie nelle procedure che stanno portando la magistratura ad indagare.

Secondo quanto riporta l’ANSA, citando un articolo su Espresso+, le anomalie sulle quali si sta indagando non sono soltanto legate a presunte ubiquità dei commissari e anomalie nelle griglie di valutazione

Spunta un altro sospetto, come riporta l’Espresso, che riguarda la violazione dell’anonimato degli elaborati che sono stati corretti dalle commissioni. Una ipotesi che, se confermata, sarebbe molto grave.

L’Espresso sostiene di aver visionato decine di verbali ora analizzati e messi sotto la lente d’ingrandimento dei periti informatici. Si fa sempre più vicina l’ipotesi che in alcuni casi si sapesse l’identità di chi doveva sostenere la prova. Colpa, forse, di una falla nell’organizzazione della selezione.

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, intervistato dall’Espresso, di fronte all’ipotesi di una violazione dell’anonimato ha risposto: “Non tocca a me vigilare. Il mio auspicio è avere il prima possibile i Dirigenti scolastici neoassunti in servizio. Ne abbiamo un grande bisogno, le scuole li stanno aspettando”

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: