item-thumbnail

Concorso 2018: ammessi docenti abilitati all’estero dopo il 31 maggio 2017

di redazione

Il Consiglio di Stato – Sezione Sesta ha accolto, con Decreto Presidenziale cautelare, il ricorso patrocinato dall’avv. Pasquale Marotta, per conto di alcuni candidati in possesso dell’abilitazione conseguita all’estero ed esclusi dalla prima fase del concorso FIT docenti 2018.

Il concorso FIT docenti 2018, disciplinato dal d.lgs n. 59/2017, nella sua prima fase, prevedeva all’art. 17 la possibilità di partecipazione per i soli candidati in possesso di abilitazione conseguita entro il 31/05/2017.

Ebbene, il TAR Lazio- Roma, aveva respinto la domanda cautelare proposta dai ricorrenti, poiché, “anche ove i ricorrenti ottengano il riconoscimento dell’abilitazione conseguita all’estero, tale titolo è stato comunque conseguito dopo il 31/05/2017 e la loro posizione va quindi equiparata ai docenti abilitati dopo tale data”.

Il Consiglio di Stato, invece, ha sposato la tesi dell’avv. Pasquale Marotta accogliendo la domanda cautelare dei ricorrenti che potranno partecipare alle prove della prima fase del concorso FIT.

Condividi: