item-thumbnail

Bando Intercultura, iscrizioni sino al 10 novembre per oltre 2mila posti e 1500 borse di studio

di redazione

Comunicato Intercultura Onlus – Da domani 1 settembre si aprono le iscrizioni al concorso di Intercultura.

Accedendo al sito www.intercultura.it è possibile iscriversi fino al 10 novembre 2018 al nuovo bando 2019-20 per trascorrere un intero anno scolastico, un semestre, un trimestre, un bimestre o 4 settimane estive in uno dei 65 Paesi di tutto il mondo dove la Onlus promuove i suoi programmi.

Più di 2.200 i posti disponibili e 1.500 le borse di studio, tra quelle sponsorizzate e quelle messe a disposizione da Intercultura.

Il bando è rivolto a tutti gli studenti delle scuole superiori nati tra il 1 luglio 2001 e il 31 agosto 2004.

Le esperienze di studio all’estero sono equiparate ai progetti di Alternanza Scuola Lavoro: per riconoscerle contano le competenze acquisite e il parere del Consiglio di Classe.

La novità che va ad aggiungersi quest’anno alla proposta di Intercultura è che, al fine di dare alla scuola gli elementi per valutare l’intero percorso seguito dallo studente, l’associazione fornirà al termine di ogni fase del programma la certificazione delle competenze acquisite (https://www.intercultura.it/studenti/fasi-del-programma/) calcolate in: 30 ore per aver partecipato alle selezioni; 40 ore per la formazione prepartenza che i volontari forniscono a tutti i vincitori del concorso di Intercultura; fino a 80 ore per il soggiorno all’estero e fino a 15 ore per la formazione al rientro.

I benefici e le competenze che si acquisiscono attraverso i programmi di mobilità individuale sono sempre più conosciuti e riconosciuti tra gli studenti e le famiglie italiane, tanto da spingere lo scorso anno oltre 7.000 adolescenti a partecipare il concorso. Nella seconda parte del comunicato sono riassunti i risultati ottenuti da un numero (non rappresentativo) di partecipanti ai programmi all’estero con Intercultura che hanno da poco superato l’esame di maturità: sui 370 ragazzi che hanno risposto a un breve questionario – quindi un gruppo non rappresentativo – più di uno su quattro (il 25,1%) ha ottenuto 100 e 100 e lode e il 22,2% ha ricevuto un voto tra il 90 e il 99.

Condividi: