item-thumbnail

Assegni nucleo familiare: per i figli maggiorenni serve autorizzazione

di Consulente Fiscale

Per i figli maggiorenni, in caso di nucleo familiare numeroso, è possibile continuare a fruire dell’ANF solo nel caso si presenti domanda di autorizzazione.

Buongiorno sono una madre di 5 figli divorziata e poi risposata, dal primo matrimonio ho auto 3 figli a oggi 15,18 e 19 anni dal secondo matrimonio ho avuto altri due figli di 9 e 7 anni, mi hanno sospeso i pagamenti degli assegni familiari per tutti i figli perché mi chiedono L AUTORIZZAZIONE PER I FIGLI MAGGIORENNI, quando hanno compiuto 18 anni tra l altro uno e invalido ho fatto le domande per l’aumento livelli reddituali e mi sono state respinte entrambe, IN OLTRE vorrei sapere, perché se i miei figli maggiorenni non lavorano, non ho diritto agli assegni, essendo famiglia numerosa? INPS mi dice che, non avendo tutti lo stesso cognome non ho diritto anche se i figli sono tutti miei e vivono tutti con me, che senso ha? Grazie anticipatamente

ANF figli maggiorenni

Il problema non è rappresentato dal cognome dei figli che è diverso ma dalla normativa INPS. L’istituto, infatti, eroga l’assegno al nucleo familiare per i figli fino al compimento dei 18 anni. Con la maggiore età l’erogazione è sospesa.

Fanno eccezioni i nuclei familiari numerosi, in cui sono presenti almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni. In questo caso, infatti, l’assegno al nucleo familiare può essere erogato anche per i figli maggiorenni con età compresa tra i 18 e i 21 anni a patto che studino i siano apprendisti, ma previa autorizzazione dell’INPS.

Nel caso, quindi, di figli maggiorenni studenti o apprendisti, è necessario presentare all’istituto nuova domanda di autorizzazione alla fruizione dell’anf per i figli che hanno compiuto i 18 anni fornendo al tempo stesso anche la documentazione attestante l’appartenenza alla famiglia numerosa e la condizione di studente o apprendista.

Per quanto riguarda l’invalidità, gli assegni spettano sopo il compimento della maggiore età solo qualora il figlio sia studente o apprendista o esiste certificazione che attesti l’assoluta inabilità a qualsiasi proficuo lavoro (in parole povere in caso di invalidità per il figlio maggiorenne spettano gli anf solo qualora sia accertato che non possa svolgere alcun lavoro).

Il mio consiglio, quindi, per poter continuare a fruire degli anf, è quello di presentare domanda di autorizzazione per i figli maggiorenni e, in seguito, chiedere gli arretrati fino ad ora non corrisposti.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: