Approvato DEF al Senato. C’è risoluzione Quota96. Conferme per gli 80 euro in busta paga

di

red – Il DEF passa al Senato, adesso tocca alla Camera. Tra i punti cruciali lo slittamento del pareggio del bilancio al 2016 che dà respiro al Governo per dar seguito ad alcune priorità.

red – Il DEF passa al Senato, adesso tocca alla Camera. Tra i punti cruciali lo slittamento del pareggio del bilancio al 2016 che dà respiro al Governo per dar seguito ad alcune priorità.

Conferme, intanto, per gli 80 euro in più in busta paga grazie al taglio dell’IRPEF, nonostante da più parti si fosse affermata l’assenza della copertura finanziaria. La certezza della copertura era giunta nel pomeriggio dal responsabile scuola PD Faraone, che ha commentato alcune affermazioni di Brunetta. A chi spettano?

Ma c’è una importante novità anche per i Quota96 rimasti bloccati in servizio a causa della riforma Fornero.

Infatti, è stata approvata una risoluzione che impegna il Governo a provvedere, "per quanto riguarda la riforma del sistema previdenziale, alla soluzione del problema dei cosiddetti «esodati» e, per il settore della scuola, dei lavoratori cosiddetti «quota 96» e in prospettiva a valutare la reintroduzione di meccanismi di flessibilità di uscita rispetto ai nuovi limiti anagrafici, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi".

Cosa vuol dire? Vuol dire che il Parlamento ha forzato la mano al Governo che non potrà più avanzare alibi trincerandosi dietro l’impossibilità di trovare la copertura finanziaria. Speriamo sia la volta buona.

Adesso la V Commissione potrà continuare nel suo percorso di approvazione del pdl 249, per cui il Governo dovrà trovare i soldi. Tutto sui Quota96

Per i contenuti relativi alla scuola presenti nel Documento di Economia e Finanza, vai a questo link

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: