item-thumbnail

Anno prova FIT, verifiche in itinere: 24 ore di osservazione. Tutte le info

di redazione

I docenti ammessi al terzo anno FIT, come prevede il DM n. 984/2017, devono svolgere, tra le altre, delle verifiche in itinere.

Vediamo in cosa consistono e come sono articolate le summenzionate verifiche in itinere, ricordando dapprima tutti gli adempimenti che i docenti coinvolti devono svolgere.

Anno prova FIT: adempimenti

I docenti ammessi al percorso annuale FIT svolgono gli adempimenti seguenti:

  • redazione della progettazione didattica annuale con l’assistenza del tutor;
  • elaborazione di un progetto di ricerca-azione;
  • verifiche in itinere, cui sono dedicate almeno 24 ore;
  • predisposizione del portfolio professionale, comprensivo del bilancio di competenze iniziale e finale e del piano di sviluppo professionale;
  • svolgimento di almeno 180 giorni di servizio effettivamente prestato, dei quali almeno 120 giorni  di attività didattica;
  • colloquio finale.

Anno prova FIT, verifiche in itinere: osservazione

Le verifiche in itinere consistono in attività di osservazione in classe da parte del tutor.

Le succitate attivate:

  • vanno preventivamente progettate;
  • sono oggetto di successivo confronto e rielaborazione con il tutor;
  • sono oggetto di specifica relazione da parte del docente impegnato nel percorso annuale FIT.

Alle attività di osservazione sono destinate almeno 24 ore.

L’osservazione da parte del tutor si focalizza su:

  • modalità di conduzione delle attività di insegnamento;
  • sostegno alle motivazioni degli allievi;
  • costruzione di climi positivi e motivanti;
  • modalità di verifica formativa degli apprendimenti.

Verifiche in itinere e Valutazione

Le verifiche in itinere, ossia la sopra descritta attività di osservazione, sono finalizzate, come le altre attività previste, alla valutazione docente impegnato nel percorso annuale FIT, in relazione ai seguenti  standard professionali:

a) possesso e corretto esercizio delle competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche, con riferimento ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza e agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti vigenti;

b) possesso e corretto esercizio delle competenze relazionali, organizzative e gestionali;

c) osservanza dei doveri connessi con lo status di dipendente pubblico e inerenti alla funzione docente.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi:

Argomenti: