item-thumbnail

ANM e MIUR insieme per la “Notte Bianca della legalità”

di redazione

ANM – Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall’Associazione Nazionale Magistrati e dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca che sabato 5 maggio coinvolgerà oltre 300 studenti siciliani a Palermo.

La manifestazione si svolgerà in contemporanea nei palazzi di giustizia di quattro città italiane: Roma, Napoli, Genova e Palermo, a partire dalle 14.30.

Immigrazione, criminalità organizzata, cyberbullismo, sport e legalità, diritto all’informazione e tutela della privacy, saranno alcuni dei temi al centro di numerosi laboratori e iniziative che interesseranno studenti ed esperti.

“La notte bianca della legalità” sarà un modo nuovo e diverso di aprire il palazzo di giustizia ai cittadini del futuro, interpellando operatori che ogni giorno si confrontano con i temi dell’etica e della giustizia, facendo riflettere ciascuno di noi su diritti e doveri. Nel corso della giornata, infatti, i ragazzi avranno modo di verificare l’impatto concreto delle norme della Costituzione sulla vita di ogni giorno, si interrogheranno sui ruoli delle parti nel processo penale e sulle modalità di acquisizione e valutazione delle prove, ma faranno anche simulazioni e si confronteranno con autori, registi ed esperti che lavorano sulla trasposizione cinematografica del crimine e dei fatti di cronaca.

Condividi:

Argomenti: