Alunni stranieri: i nati in Italia superano i nati all’estero. Dati e statistiche

di Patrizia Del Pidio

Il 51,7% degli alunni stranieri è nato in Italia. A rivelarlo un report statistico diffuso dl Ministero dell’Istruzione che conferma anche la presenza nelle nostre scuole di 802.785 alunni stranieri.

Il 51,7% degli alunni stranieri è nato in Italia. A rivelarlo un report statistico diffuso dl Ministero dell’Istruzione che conferma anche la presenza nelle nostre scuole di 802.785 alunni stranieri.

Gli alunni che non hanno cittadinanza italiana sono il 9% del totale ma ad essere in crescita è la percentuale dei figli di migranti nati in Italia.

Mentre gli alunni stranieri nel complesso sono cresciuti nell’a.s. 2013/2014 del 2,1% (l’incidenza degli stranieri nati in Italia è dell’11,8%), gli alunni con cittadinanza italiana sono calati dello 0,5%.

 

Distribuzione alunni stranieri sul territorio

Gli alunni stranieri in Italia provengono da Romania, Albania, Marocco, Cina, Filippine, Moldavia, India, Ucraina e Perù.




Vediamo nello specifico il Paese di proveniena degli alunni stranieri:

La Lombardia è la regione italiana ad ospitare il maggior numero di alunni figli di migranti ma l’incidenza maggiore è registrata in Emilia Romagna dove si ha il 15,3% di alunni stranieri nelle scuole. A seguire Lombardia e Umbria con il 14%.

La scuola preferita dalle famiglie che non hanno cittadinanza italiana è quella statale, scelta nel 90% dei casi; è solo il 10% degli alunni stranieri a scegliere una scuola non statale contro il 13,3% degli alunni con cittadinanza italiana.

I percorsi scolastici superiori più gettonati dai figli di migranti sono nell’ordine: istituti tecnici per il 38,1% e istituti professionali per il 29,2%.

L’istruzione tecnico-professionale viene scelta dal 41,1% degli alunni stranieri nati in Italia e dal 38,1% degli alunni stranieri nati all’estero. Il Liceo viene scelto dal 15% dei figli di migranti nati in Italia  dal 10,3% degli alunni stranieri nati all’estero.

 

Risultati scolastici

I risultati scolastici conseguiti dagli alunni italiani e quelli stranieri presentano ancora un divario: dalle scuole medie in poi gli studenti stranieri promossi alla classe successiva sono il  90,6% contro il 96,8% degli studenti italiani.

E per la scuola secondaria in base alla cittadinanza:

Ma  la differenza si nota anche tra alunni stranieri nati in Italia e all’estero: se si prende come esempio l’ammissione all’esame di Stato del primo ciclo di istruzione si nota che i nati in Italia conseguono risultati migliori nel 95,4% dei casi.

Gli alunni stranieri ammessi all’esame di Stato a conclusione del I ciclo di istruzione sono il 92% di cui il 99,2% consegue poi il titolo di studio. Gli alunni italiani ammessi sono il 97,5% di cui il 99,7% consegue il titolo di studio.

Per quanto riguarda, invece la scuola secondaria di II grado, la statistica per gli alunni con cittadinanza non italiana ammessi alla classe successiva ci dice:

E sempre per la scuola secondaria di II grado, diplomati e votazione conseguita:

Fonte: Gli alunni stranieri nel sistema scolastico italiano del MIUR.

 

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: