Alunni disabili e barriere architettoniche, c’è ancora da lavorare

di redazione

red – Secondo il rapporto Istat "Lintegrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado statale non statali", è ancora elevata la quota di edifici scolastici con barriere architettoniche.

red – Secondo il rapporto Istat "Lintegrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado statale non statali", è ancora elevata la quota di edifici scolastici con barriere architettoniche.

Secondo il report è soprattutto il Mezzogiorno l’area geografica con la percentuale più bassa di scuole che hanno scale a norma (76% di scuole primarie e 86% di scuole secondarie) e i servizi igienici a norma ( 66,4% di scuole primarie e il 74,3% di scuola secondaria di 1°).

Al Nord invece troviamo la percentuale più elevata di scale a norma (86,0% di scuole primarie, 91,9% di scuole secondarie) e di servizi igienici a norma (83,8% in scuole primarie e 88,2% di scuola secondaria).

Per quanto riguarda l’accessibilità totale dei percorsi interni ed esterni all’edificio scolastico le differenze tra Nord e Sud si assottigliano. Infatti, il 68,7% delle scuole primarie del Nord ha percorsi interni accessibili contro il 67,1% delle scuole del Mezzogiorno. Per quanto riguarda i percorsi esterni accessibili, al Nord sono a norma sono il 64,6%, al Sud il 60,4%.

Tre scuole secondarie di primo grado sono tra il 60% il 70% quelle che hanno reso accessibili i percorsi interni e i percorsi esterni all’edificio: dato più elevato si registra al Nord (rispettivamente 72,8% e 67,7% delle scuole) mentre quello più basso al centro (rispettivamente 67,8% 64,7% delle scuole).

Le scuole come la percentuale maggiore di caratteristiche architettoniche al norma si trova in Trentino Alto Adige con il 94,7% di scuole a norma e il 78,8% in scuole con percorsi interni accessibili, mentre le scuole con percorsi esterni accessibili esterni sono il 72,0%.

I valori più bassi si trovano invece in Calabria con il 51,3% delle scuole con servizi igienici a norma, il 55,8% di scuole con percorsi interni accessibili e il 47,6% di scuole con percorsi esterni accessibili.

La Valle d’Aosta si distingue per avere il 100% di scuole con scala a norma e il 100% di scuole con servizi igienici a norma tra le scuole secondarie, mentre, in negativo, si distingue l’Umbra, con il 57,8% di scuole con percorsi interni accessibili.

Clicca l’immagine per ingrandirla

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: