item-thumbnail

Abilitati PAS AJ55, un “decreto dignità” per chi ha svolto 3 anni di servizio. Lettera

di redazione

Inviato da Donato Meo – Gentilissimi, scrivo per chiedere tutela a docenti di musica abilitati PAS con D.M.58/2013 in Italia, con anni di servizio nelle scuole statali italiane dal 2007 su cattedre e posti vacanti.

In Campania, è appena terminato una “ Specie di concorso riservato agli abilitati”, bandito con DDG 85/2018 per la classe di concorso AJ55 al quale i suddetti hanno partecipato con regolare “abilitazione italiana” , con una” commissione” che, secondo un’attenta analisi, a dir poco ha fatto “ridere” ma soprattutto forse snobbato alcuni docenti,che nella scuola statale italiana lavorano da anni, con curriculum didattico e professionale documentato ( abilitazione,titoli servizi nelle scuole italiane, pubblicazioni, riviste, ecc.).

Come sono stati trattati i suddetti docenti?

Alcuni collocati nelle ultimissime posizioni in graduatoria , senza nemmeno avere il tempo e la possibilità di reclamare il punteggio, la prova orale, l’esattezza del punteggio titoli, verificare la conformità prova sostenuta a norma del DM 95/2016 allegato A, ed in base alla griglia di valutazione.

Nel giro di 10 ore tra la sera del 30 e la notte del 31 agosto 2018, L’USR Campania ha pubblicato la graduatoria ed ha assunto in ruolo.

Come è possibile? Merito alla tecnologia 5.0?  E’ dal 2016 che in Italia si bandiscono concorsi con troppi giri di Valzer, tanto per rimanere in tema , senza via di uscita. Forse per una questione politica o sindacale ? Perché nel 2016 non è stato bandito il concorso per la classe AJ56 in Campania?

Sarebbe ora di smetterla !!!

Gli insegnanti in questione sono stati abbandonati dai governi che si sono succeduti dal 2013, subendo danni e beffe, senza una soluzione proficua da parte della politica.

Senza troppe polemiche, gentilmente si richiede all’attuale governo in carica, un decreto dignità urgente per questi docenti, restituendogli la ” vera dignità”, che assuma in via preferenziale quelli con abilitazione PAS d.m. n.58/2018, con almeno 3 anni di servizio, già dall’anno 2018/19; poiché non hanno nemmeno la certezza, visto la confusione organizzativa della macchina scolastica, di lavorare dalle graduatorie d’istituto, causa anche ai movimenti del personale docente di ruolo in assegnazione provvisoria, utilizzazioni ecc.

Augurandomi con estrema fiducia che la presente venga considerata

Auguro a tutti un b. lavoro.

Condividi: