item-thumbnail

120 docenti esperti in digitale esonerati dal servizio incontrano Fioramonti: cosa faranno nelle scuole

di redazione

Il ministro Lorenzo Fioramonti ha incontrato oggi al Miur i 120 docenti provenienti da tutta Italia esperti in digitale. Su Facebook un lungo post sull’esito dell’incontro.

Le nostre scuole possono essere un laboratorio di idee e buone pratiche, dove la tecnologia può diventare un elemento di vero progresso. Per questo motivo oggi al MIUR ho incontrato i 120 docenti da tutta Italia che costituiscono le équipe territoriali, un vero e proprio riferimento per le scuole in materia di innovazione.

Questi insegnanti, pionieri di una digitalizzazione utile e consapevole, promuoveranno la diffusione di nuove metodologie didattiche, la creazione di ambienti di apprendimento innovativi nelle scuole, la formazione degli insegnanti e la rilevazione delle migliori pratiche già presenti nel Paese.

La scuola del futuro è una scuola aperta e partecipata, dove le aule sono capovolte rispetto a quelle a cui siamo abituati. Dove le tecnologie diventano uno strumento di ricerca e di accesso alla conoscenza, uno strumento attivo e non uno strumento passivo.

Sono molto favorevole all’idea di scuole che sperimentino, sapendo che quando si sbaglia si impara. Deve essere sempre concesso alla sperimentazione di tenere in conto il fallimento. Il fallimento è sempre stato un elemento fondamentale nell’evoluzione scientifica e tecnologica nelle nostre società.

Una scuola che osa e al tempo stesso una scuola sicura, in strutture dignitose e accoglienti. Non possiamo osare senza sicurezza, non possiamo sognare senza concretezza” ha affermato Fioramonti.

Docenti esperti in digitale

Il Miur ha pubblicato a luglio il bando per la selezione dei 120 docenti esperti in digitale, le cui domande andavano presentate entro il 31 luglio scorso, mentre il 20 settembre sono state rese note le graduatorie regionali di merito. I docenti individuati quali componenti delle équipe formative territoriali sono esonerati dalle attività didattiche per un biennio.

Ricordiamo i compiti dei docenti esperti in digitale: garantire la diffusione di azioni legate al Piano nazionale per la scuola digitale, promuovere azioni di formazione del personale docente e di potenziamento delle competenze degli studenti sulle metodologie didattiche innovative.

 

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: