Vaccini. A Milano genitori no vax chiamano i carabinieri dopo il rifiuto della scuola di accogliere la figlia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A Milano sono 19, su 33 mila, i bambini che oggi sono rimasti fuori da asili nido o scuole d’infanzia del Comune di Milano perché non in regola con la legge che prevede l’obbligo vaccinale per l’iscrizione a scuola. Il dato è stato comunicato da Palazzo Marino.

Alle diciannove famiglie che questa mattina si sono presentate davanti agli istituti è stata consegnata una lettera con scritto che non avevano i requisiti per frequentare il nido o la scuola d’infanzia. Sono invece una trentina le famiglie che non hanno ancora presentato i certificati o le autocertificazioni e che questa mattina hanno deciso di non presentarsi con i figli a scuola. “Su questi ultimi cercheremo di capire se c’è la volontà di regolarizzarsi – ha commentato la vice sindaco e assessore all’Educazione Anna Scavuzzo -, e anche con gli altri il dialogo rimane aperto e nei prossimi giorni fisseremo un incontro”.
I genitori di una bambina della scuola materna in via Goldoni, dopo la decisione del preside di non far entrare la bimba, hanno chiamato i carabinieri, i quali però hanno solo potuto prendere atto della situazione. La coppia potrà sporgere denuncia.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief