formazione docenti

edises

Inserimento graduatorie? La maggioranza era per la coda

di Lalla
ipsef

mnemosine

di Luigi Gaudio - Qual è il metodo di inserimento più corretto nelle graduatorie? Riportiamo l'esito di un sondaggio realizzato su atuttascuoladuepuntozero nei mesi di marzo-maggio 2011

Abbiamo chiesto ai visitatori di atuttascuoladuepuntozero qual e' il metodo di inserimento più' corretto nelle graduatorie. Ormai, in un certo senso, il nostro sondaggio è stato superato dagli eventi, e la vicenda delle graduatorie si è conclusa (ma è poi conclusa veramente?) a favore del pettine, a suon di sentenze della Consulta, decreti, ecc... Comunque, nel corso dei 50 giorni del sondaggio, hanno risposto 115 docenti, così distribuiti:

per 42 di essi, pari al 36 %, il metodo di inserimento più corretto nelle graduatorie è il pettine
per 73 di essi, pari al 63 %, il metodo di inserimento più' corretto nelle graduatorie è la coda.

Lasciamo ai sociologi di valutare nel dettaglio questi dati, che presentano però un quadro sorprendente, perché non in linea con il parere dei sindacati "storici" dei precari (es. ANIEF) o con le sentenze dei tribunali, ma, paradossalmente, in sintonia con la linea del governo, che ha da sempre prediletto il metodo della "coda" per non snaturare il carattere "regionale" e consolidato delle graduatorie, con le immissioni a pettine.

Partecipiamo ai due nuovi sondaggi di atuttascuola dei prossimi due mesi, entrambi sulle Prove Invalsi. Nel primo ci si chiede se le Prove Invalsi sono utili e affidabili , oppure inutili in tutto o in parte. Nel secondo si vuole verificare se i risultati delle Prove Invalsi dovrebbero fare media con i voti presi durante l'anno

Versione originale

Versione stampabile
anief

In evidenza